Turismo Firenze: dati importanti per la culla del Rinascimento

0
425
Turismo Firenze: dati importanti per la culla del Rinascimento

Turismo Firenze: i dati del 2017 indicano che è stato un anno importante, che ha visto l’aumento di turisti stranieri ed italiani.

I dati di Confesercenti – Assoturismo Toscana parlano chiaro:

l’estate 2017 è stata una delle migliori degli ultimi anni dal punto di vista del turismo a Firenze, secondo i dati infatti si registrano 3 milioni di arrivi internazionali (+3,4%), 11,7  milioni di pernottamenti (+3,5%), 2,4 milioni di arrivi nazionali (+2,4%) e 11,3 milioni di pernottamenti (2,6%).

Aumentano i turisti di nazionalità tedesca, svizzera, austriaca, olandese, belga, britannica, francese e rimangono stabili i russi, gli spagnoli, gli americani ed i canadesi.

L’unico calo è quello dei turisti giapponesi.

Andando ad analizzare le diverse mete toscane le città d’arte si posizionano al secondo posto (+2,7%), precedute dalle zone costiere (+2,7%) e seguite dalle terme (+1,3%) e dalla montagna (+8,6%).

Rispetto al 2016 aumentano sia le presenze nelle strutture alberghiere (+2,5%) che quelle extralberghiere (+3,4%).

Questi dati sembrano premiare l’impegno della città di Firenze di offrire servizi differenziati e personalizzati per un turista che non si accontenta più della semplice gita ma ricerca esperienze uniche, da vivere e da raccontare.

Accanto al turista che visita la città e le sue bellezze artistiche, infatti, nasce un nuovo tipo di visitatore che premia i paesaggi e il turismo ecosostenibile.

Le iniziative

Per venire incontro alle diverse esigenze Firenze ha deciso di migliorare i servizi offerti e di incrementare i percorsi naturalistici proposti.

Servizio Mobike

bike sharing FirenzeUn servizio di Bike Sharing a flusso libero che promuove spostamenti veloci ed ecologici.

Questo si basa su un’applicazione scaricabile gratuitamente dagli store che mette a disposizione 4.000 bici alla tariffa di 50 centesimi ogni mezz’ora.

Le modalità d’uso sono semplici: scarica l’applicazione, crea un account collegandolo al numero di telefono e fatti guidare verso la bici più vicina a te.

Ogni bicicletta è dotata di un GPS e di un lucchetto brevettato, sbloccabile attraverso un QR code.

Una volta utilizzata si potrà parcheggiarla in una delle griglie adibite sparse per la città.

Anello del rinascimento

Anello del rinascimentoUn percorso di trekking pensato per coloro che sono interessati anche all’aspetto paesaggistico e naturalistico della città.

Questo ha una lunghezza di 170 km e viene descritto in una cartaguida. L’itinerario prevede sia camminate in mezzo ai boschi e alle colline tipiche del paesaggio fiorentino, che vere e proprie visite agli ospedali un tempo destinati ad accogliere pellegrini, agli antichi centri murati e ad altre bellezze nascoste.

La meta finale sarà il simbolo della città Fiorentina: la cupola del Duomo di Firenze del Brunelleschi.

Firenze Walk City

Anche in questo caso si parla di ecosostenibilità e di turisti che vogliono andare oltre le strade affollate del centro storico.

Il Firenze Walk City prevede 97 km di Itinerari e 18 diversi percorsi, ognuno con storie e caratteristiche diverse da raccontare.

Il percorso viene indicato con una segnaletica particolare che lo rende immediatamente riconoscibile.

Turismo Firenze: I dati dal Web

Una ricerca di confesercenti su 725 strutture ricettive fiorentine ha indicato come la maggior parte delle prenotazioni avvenga attraverso canali online (44,2% contro il 39,9% dei contatti diretti) e ne usufruiscano soprattutto strutture extra-alberghiere (45,7% contro il 39,7% delle strutture alberghiere).

Avere un sito internet ben aggiornato e resposive non è utile solo per ottenere prenotazioni online ma anche per quelle offline: la maggior parte dei visitatore infatti prima di prenotare non solo legge le vostre recensioni ma visita anche il vostro sito per avere informazioni sulle vostre camere e per farsi convincere dalle vostre offerte.

Turismo Firenze: previsioni dati 2018

Il Periodo d’oro di Firenze sembrerebbe continuare anche nel 2018.

Secondo una ricerca di “Toscana Promozione Turistica” nella Culla del Rinascimento potrebbero arrivare 2 milioni di visitatori in più del 2017, aumento che si rifletterebbe sia sul numero di arrivi (+4% soprattutto da parte di stranieri), che sul fatturato (3,4%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here